BARACCHE & BURATTINI

 

La nostra Associazione può disporre di ben 7 baracche: due da appartamento e  quattro da strada, tutte e sei, non sono semplici Baracche, ma  veri e propri teatrini ambulanti. sia le due d’appartamento che la Colombina ed il Petrarchino, sono state costruite dal Maestro Monti, mentre le ultime tre nate: i due teatrini delle teste di legno e il teatrino del circo sono opera  dei soci dell’Associazione:

IL PETRARCHINO

 

Il Petrarchino nasce alla fine degli anni 80’ da un’idea di Attilio, che volendo costruire un teatro per i suoi burattini e prendendo spunto dal teatro Petrarca  di Arezzo, costruì il “Petrarchino”.

Un vero e proprio teatro ambulante, con i suoi 3,5 mt di altezza, 2,5 mt di larghezza e 2 di profondità il Petrarchino  affascina lo spettatore ancor prima che lo spettacolo inizi. Dotato all’interno di quinte, graticcio per il cambio di ben 4 scenografie, e di un’americana per l’impianto luci, il Petrachino riproduce in piccolo il vero teatro Italiano.

Il Petrarchino è uno spettacolo nello spettacolo, infatti grandi e piccini, non godono soltanto della sua maestosità, dei sui colori sgargianti e dei suoi  numerosi fregi dorati, ma possono godere anche della magia del suo interno, del “dietro alle quinte”, infatti dopo ogni spettacolo tutti possono improvvisarsi “burattinai”e vivere insieme a noi la magia del fantastico mondo delle teste di legno.

LE ALTRE BARACCHE

BURATTINI

 

Nonostante l'Associazione disponga di centinaia di burattini, la creatività e la passione per il teatro di Carolina e Roberta non potevano rimanere ferme: infatti sin dalla costituzione dell'Associazione sperimentano varie tecniche di costruzione, creando per prime in Puglia alla fine del 2010, i burattini con il volto del Folletto conosciuto come Schiacuddrhi, Lauru, Scazzamurrieddhru, dell'uomo neru (mamau) per quello che sarà il primo spettacolo messo in scena dall'Associazione: "Chi ha paura dell'uomo nero?", scritto da Biagio Tabella e Roberta Lisi. Le teste sono di cartapesta e le mani in legno, mentre le orecchie del folletto sono di fimo.

 

Gli altri personaggi sono nati in occasione dello spettacolo "Il gran circo dei burattini", dove oltre alla cartapesta si è usata la gommapiuma e la plastica,

Associazione Culturale "Teste di Legno"

Sede Legale: Via Como 19 int. B

P. Iva 04416940759